La torre

La Torre di Liprando è un campanile in tipico stile romanico lombardo; apparteneva alla chiesa della SS Trinità, fondata nel 1075 da prete Liprando in un terreno di sua proprietà nella zona del Borgo degli Ortolani.

Sottoposta a tutela della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, sorge in via Giannone 9; l’attuale proprietà (Gruppo Bordiga) l’ha acquisita nei primi anni Ottanta dalla curia milanese ed ha ideato un piano di valorizzazione con il nome di Torre Liprando .

La torre campanaria è strutturata su 4 piani, si presenta decorata con fitta archeggiatura marcapiano ed è completata da loggia bifora, in epoca moderna  murata per dare maggiore solidità alla struttura. Il tetto spiovente è ben conservato.

Pur se in dimensioni inferiori, la torre è molto simile al campanile di S. Satiro (visibile tra via Mazzini e via Speronari) ed al gemello di S. Apollinare a Baggio. Il campanile di S. Satiro risulta essere, dopo quello di S. Ambrogio, il più antico di Milano, tanto da essere considerato un prototipo per il romanico lombardo, come torre Liprando.

Risulta catalogata dal servizio Beni Culturali di Regione Lombardia a questa scheda:

http://www.lombardiabeniculturali.it/architetture/schede/LMD80-00410/

Il progetto di riqualificazione prevede l’analisi dello stato ed il restauro della torre.

Il terreno circostante ha accesso diretto alla via Giannone e copre un’area di circa 900mq. All’ingresso sorge un platano che da circa 50 anni garantisce ombra e frescura al giardino,  insieme ad un cedro e a diverse essenze.